martedì 17 marzo 2020

Ponti Tibetani ai Forni

Che dire, il bacino dei Forni è uno degli angoli più incontaminati dell'Alta Valtellina e qui, al cospetto delle cime più alte: Gran Zebrù, Tresero, Pasquale, San Matteo si svolge questo bellissimo itinerario che regala panorami mozzafiato, discese adrenaliniche e un tratto di sentiero tenico adatto ai bikers più allenati. Il ghiacciaio dei Forni fa da sfondo a buona parte del giro ed'è sicuramente la ciliegina sulla torta.

Punto di partenza: Santa Caterina Valfurva
Dislivello: 1500mt
Difficoltà: S2+
Link per la traccia: https://itinerari.mtb-mag.com/tours/view/20456

Itinerario: 
Dal parcheggio si imbocca la strada asfaltata che conduce al Rifugio Forni, la strada non è molto lunga ma ha belle pendenze e fa guadagnare quota velocemente. Raggiunto il rifugio dei Forni (eventualmente in shuttle) abbiamo due opzioni: procedere direttamente sulla sterrata verso il rifugio Branca oppure, come in traccia, dirigersi brevemente verso la Pizzini per poi affrontare un single track in quota con panorami splendidi che porta al Branca. Qualche passaggio del trail si affronta giù di sella ma sicuramente è un'alternativa più appagante che la diretta. Giunti al Rifugio Branca seguendo i cartelli imbocchiamo la discesa e, superato il laghetto, un lungo tratto pianeggiante ci porta al canale che dovremo risalire per giungere alla bocca del ghiacciaio. Qui per una decina di minuti si mette la bici in spalla fino a giungere agli isolotti rocciosi collegati tra loro dai vari ponti tibetani. Il panorama nemmeno a dirlo è incredibile e grazie ai ponti si passa sopra il ghiacciaio senza fatica. Attraversato questo tratto inizia la discesa vera e propria seguendo il sentiero glaciologico basso molto veloce e scorrevole che ci riporta in località Saletina proprio di fronte al Rifugio dei Forni. Adesso ci toccherà di nuovo portare la bicicletta per qualche minuto per imboccare il secondo tratto di discesa molto tecnico che ci farà sbucare nei proti sottostanti il rifugio Stella Alpina. Se qualcuno volesse evitare questo tratto di sentiero può scendere su asfalto e ricollegarsi da qui. Adesso il sentiero diventa di nuovo molto flow e, dopo alcuni tornanti, ci fa sbucare in località Cerena. Dietro alle baite seguiamo il sentiero che, attraversato un torrente, continua nel fitto bosco e ci condurrà fino al parcheggio. Eventualmente i Ponti Tibetani possono essere combinati percorrendo prima questo trail, creando quindi un giro completo per i più allenati.



Sulla strada per il Rifugio Branca

Traverso panoramico Pizzini/Branca

Sempre in bella compagnia

Ci si avvicina ai Ponti Tibetani

Eccoli!!!

E via alle danze
Prima parte molto Flow e divertente

Seconda parte più tecnica e lenta ma sempre SUPER!!


Nessun commento:

Posta un commento